Attuale/Aktuell
Tanztherapie
Danzaterapia
Studio Ma
Biografia
Movimento autentico
Risonanze del corpo
Danza natura 2018
Formazione APID 2018
Palmaria 2018
Saturnia 2015
Agosto SanLorenzo 08
Ottobre SanLorenzo08
Laboratorio DMT
Kurse-Workshops 2018
Stage Intensivo
Gest-Azione
Festival AssoliButoh
Performance
Storia/Geschichte
Stampa/Presse
Links
Contatti/Kontakt
Impressum
Formazione APID 2018

In Dialogo con il Femmile: alle Radici dell´Essere

25.-27.Maggio 2018

Isola Palmaria (Golfo di La Spezia)

ORE DI FORMAZIONE: 16

COSTO PARTECIPAZIONE SOCI APID : 100-130€

APID (Associazione Professionale Italiana DanzaMovimentoTerapia) Segreteria Tel: 324 0439462 Sede legale: via Montello 14/B 20813 Bovisio Masciago (MB) P.IVA: 09113580964 www.apid.it


PROGRAMMA:

In Dialogo con il  Femmile: Donne in cammino- Demetra incontra Persefone Risorse Recupero e cura di Sé.   

„ La riunione con Persefone portó  Demetra alla guarigione. La madre dolente si riuní all´eterna fanciulla che era sua figlia...“ J.Bolen

Il lavoro si incentrerá sul self-care, sulle sorgenti di recupero che ogni persona conserva dentro di Sé, sul contattarle e farne tesoro, estremamente importante per le danzaterapeute e per chi lavora in professioni d´aiuto.

Contatteremo la Persefone e la Demetra che é dentro di noi: La potenzialitá ciclica di  trasformazione, di luce ed ombra. Sulle tracce della „Crisalide“ e della farfalla che é in ognuna di Noi.

Attivare questo tesoro incorporato nel Femminle, integrarlo nella vita, significa mettere    „L´Essere nel Fare“, risvegliare risorse e lavorare sull´Empowerment.

Il Seminario:

- Si svolge in natura ed in Luoghi dell´isola, esperendo l´elemento femminile  e l´aspetto rituale del contatto con la Natura e la Terra.

 - faremo esperienza del respiro  della recettivitá,  connessioni interne ed esterne, del rispecchiamento,  creare ponti,  scoprire risorse, collegarci a miti.

Si cucina insieme alla sera- ognuna puó portarsi ció che vuole condividere con il gruppo-

 

Ci sará un momento Seminariale sul lavoro di danzaterapia in gruppi di donne all´interno dell´ intercultura e donne migranti e rifugiate alla Luce dello studio Erasmus+ del centro interculturale S.U.S.I. di Berlino „Psicologia delle donne nella Migrazione- Strategie e Risorse“  

Riferimenti metodologici: dmt psicodinamica,  Body work e danza delle connessioni corporee (Peggy Hackney- Laban Bertenieff), Movimento autentico, Butoh-Body Resonance, lavoro di terapie espressive sui neuroni-specchio, lavoro del corpo e della dmt con il trauma e la migrazione.

 

Letteratura di Riferimento

Lou Andreas Salomé, La Materia Erotica – Il tipo femmina- , Ed.Riuniti, 1985

Marion Milner, L´alba dell´eternitá un modo di tenere un diario, Borla, Cittá di Castello, 1990

Jean S.Bolen, Le Dee dentro la donna, ed Astrolabio,Roma, 1991

Marion Woodman, Puoi volare farfalla. Psicologia femminile e trasformazione, Red, Como, 1992

Clarissa Pinkola Estés, Donne che corrono con i lupi, Frassinelli, Como,

 

Politecnico, Firenze, Pontassieve) e in strade e piazze. Con i propri Assoli, in collaborazione con musicisti Jazz (Lauro Rossi, Fabrizio Puglisi) e videoartisti,   ha partecipato a numerosi festival In Italia e in Europa.

 A Berlino ha curato la Trilogia, progetto-performance nella metropolitana di Berlino Nollendorfplatz sul tema Migrazione – Appartenenza – Esilio (2003-2005); il progetto “Metamorphosen I” (2012 Palermo- in collaborazione con Kairós-Berlino), la rassegna “Frequenzen” (2011, Exploratorium) e partecipa a numerosi progetti-performance. 

Svolge attività di ricerca nel campo della danza e della danzaterapia : nel 1994 ottiene dal Ministero degli Affari Esteri una borsa di studio per una ricerca sulle capacità terapeutiche della danza di trance in Marocco - Gnawa, Essaouira. 

 Predilige luoghi quotidiani per le performance come metropolitane, piazze, strade ma anche luoghi naturali come spiagge, cave luoghi in cui lo spettacolo prende sempre nuove connotazioni e impulsi dal luogo, recettivo al “Genius Loci” e dove il pubblico può sentire nascere nuove appartenenze, calandosi in modo catartico nella performance. 

 Il rapportarsi a luoghi quotidiani la porta a confrontarsi sempre nuovamente con la Storia presente nel Luogo, con il genius loci e la sua ricerca si impernia sulla creazione di un senso di appartenenza “nomade”.

Informazioni:

Annalisa Maggiani: maggiani@danzaterapia.eu 

BREVE CURRICULUM FORMATORE:

Annalisa Maggiani Dmt- ATI-Apid,Supervisore APID, Psicologa, laureata in filosofia, performer e danzatrice. In Italia ha lavorato come danzaterapeuta in Centri Diurni psichiatrici (1993-2008), in progetti sul disturbo dell´alimentazione e ha collaborato dal 2000 al 2005 con l´Università di Pisa nel corso per Tecnici della Riabilitazione Psichiatrica.2015-16   danzaterapeuta nella Clinica Privata per Seelische Gesundheit, Berlin. Dal 2016 al centro digruppi di donne con disturbo dell´alimentazione

 A Berlino attualmente lavora dal 2007 al Centro Interculturale per donne S.U.S.I. Berlino proponendo gruppi di Dmt e intercultura.  Dal 2016 tiene gruppi di danzaterapia a Berlino in centri di accoglienza con le donne rifugiate (´Siria) . 


Fondatrice di “Salutare”, prima Associazione italiana in Germania per la Salute mentale. È docente all´Accademia Campus Naturalis (Berlin, Lipsia, Amburgo); collabora in diversi progetti con la danzatrice e coreografa di danza Butoh Yumiko Yoshioka e dal 1995 danza nella sua compagnia Ten Pen Chii Art Labor ( Shloß Bröllin, Berlino).

Direttrice artistica dell’Ass.cult. Gest/azione (La Spezia- Berlino), ha curato e diretto progetti performance di teatrodanza butoh nei castelli della provincia di La Spezia e Massa Carrara (Lerici, Portovenere, Festival Lunatica 1997,1998, 2000), spettacoli di teatrodanza in strada sul tema del disagio psichico ed il Festival “La danza di confine” a Lerici arrivato alla X edizione (dal maggio 2003 ad oggi).

Attrice e danzatrice della compagnia di teatro di strada “Chille de la balanza”, ha preso parte dal 1988 al 1995 a diverse produzioni in teatro (Roma, teatro Politecnico, Firenze, Pontassieve) e in strade e piazze. Con i propri Assoli, in collaborazione con musicisti Jazz (Lauro Rossi, Fabrizio Puglisi) e videoartisti,   ha partecipato a numerosi festival In Italia e in Europa.

 A Berlino ha curato la Trilogia, progetto-performance nella metropolitana di Berlino Nollendorfplatz sul tema Migrazione – Appartenenza – Esilio (2003-2005); il progetto “Metamorphosen I” (2012 Palermo- in collaborazione con Kairós-Berlino), la rassegna “Frequenzen” (2011, Exploratorium) e partecipa a numerosi progetti-performance. 

Svolge attività di ricerca nel campo della danza e della danzaterapia : nel 1994 ottiene dal Ministero degli Affari Esteri una borsa di studio per una ricerca sulle capacità terapeutiche della danza di trance in Marocco - Gnawa, Essaouira. 

 Predilige luoghi quotidiani per le performance come metropolitane, piazze, strade ma anche luoghi naturali come spiagge, cave luoghi in cui lo spettacolo prende sempre nuove connotazioni e impulsi dal luogo, recettivo al “Genius Loci” e dove il pubblico può sentire nascere nuove appartenenze, calandosi in modo catartico nella performance. 

 Il rapportarsi a luoghi quotidiani la porta a confrontarsi sempre nuovamente con la Storia presente nel Luogo, con il genius loci e la sua ricerca si impernia sulla creazione di un senso di appartenenza “nomade”.

Informazioni:

Annalisa Maggiani: maggiani@danzaterapia.eu 

Gest-Azione | info@gest-azione.de